The Red Poppy, ovvero il papavero rosso della memoria: un simbolo che l’Italia dovrebbe imitare.

Capita, in questi giorni, di incontrare, un po’ dappertutto a Londra, persone con un piccolo papavero rosso di carta appuntato sul petto. 
Lo stesso che è balzato quest’anno anche agli onori delle cronache sportive per il divieto, imposto dalla Fifa alle Nazionali di calcio inglese e scozzese, di indossarlo sulle loro maglie. 
L’ho notato davvero su tante persone, sicché mi sono domandato quale fosse il suo significato.
Il Red Poppy, ovvero il papavero rosso, è il simbolo scelto dalla charity, ovvero associazione di beneficenza, denominata Royal British Legion per ricordare i soldati inglesi caduti nel corso dei due conflitti mondiali ed in generale in tutte le guerre. 

Durante i giorni del cosiddetto Poppy Appeal, ideato nel 1921, milioni di red poppies vengono venduti ad ogni angolo delle città inglesi da volontari e anche da soldati, allo scopo di raccogliere fondi destinati al sostegno economico (e spesso anche psicologico) delle famiglie dei caduti in guerra. Ben 12.000 soldati Inglesi hanno perso la vita, solo dal 1945 ad oggi. 

L’iniziativa gode ogni anno di uno straordinario successo e si inserisce nel quadro di una serie di manifestazioni che vedono, l’11 Novembre, la celebrazione dell’Armistice day, ovvero del giorno dell’armistizio siglato tra gli Alleati e la Germania l’11 Novembre 1918, con il quale si posero fine ai quattro, sanguinosissimi anni in cui l’Europa fu martoriata dalla Prima Guerra Mondiale.
In questa data l’Inghilterra intera si ferma per due minuti, alle 11.00 del mattino, per ricordare i combattenti che per essa morirono. 
La domenica seguente si celebra invece il Remembrance Sunday, nel quale Her Majesty the Queen e l’intera famiglia reale rendono omaggio ai caduti, in una solenne cerimonia pubblica presso il codetto Cenotafio o Muro Bianco (Cenotaph, the Whitehall).
Perché proprio il papavero rosso? Si narra che fu il primo fiore a sbocciare sui campi di battaglia francesi e delle Fiandre, dopo il conflitto. Si tratta quindi di un fiore che simboleggia la speranza, ma al tempo stesso, con il suo colore rosso, il sangue versato da milioni di giovani in feroci combattimenti che cambiarono la storia di una generazione e del mondo intero. 

L’intero Regno Unito si copre, in questi giorni, di papaveri rossi, per ricordare chi diede la vita per la Patria e per riflettere sulla barbarie delle guerre. 
In Italia non esiste un simbolo che ricordi il valore ed il coraggio di chi combatté eroicamente, vincendo ma anche perdendo, lottando dalla parte giusta ma anche dalla parte sbagliata, ma sempre con onore, orgoglio e coraggio. 
Celebriamo, è vero, sia il giorno della Liberazione, che quello della nascita della Repubblica, che le nostre Forze Armate (se lo ricorda qualcuno? E’ il 4 Novembre).
Ci manca però, soprattutto in virtù del senso di colpa che ancora ci opprime per essere stati “dalla parte sbagliata” nel secondo conflitto mondiale e per le divisioni politiche che ancora, anacronisticamente, rimangono salde nella mente di molti, un analogo del “Red Poppy”.
Ci serve – tanto – un simbolo che ci accomuni, che ci restituisca l’orgoglio di essere cittadini di una meravigliosa Nazione, un simbolo che decori un giorno il nostro Vittoriale così come i red poppies decorano l’11 Novembre il Big Ben e che ci faccia dire: sono fiero di essere Italiano, voglio onorare chi ha lottato per la mia Patria e lotterò io stesso, se necessario, per difenderla da chiunque ne metta in pericolo l’esistenza.
Riflettiamoci, l’orgoglio non ci manca. 

P.s.: per chi volesse saperne di più, riporto di seguito un link ad un semplice, ma completo articolo (in inglese) sul significato e l’origine dei Red Poppies, sull’Armistice Day e sul Remembrance Sunday.

 http://www.mirror.co.uk/news/uk-news/what-armistice-day-remembrance-poppy-9144046

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...