Come gli adolescenti

Ci voleva un paziente.
Ci voleva un paziente figlio di emigrati, figlio di un italiano e di un’irlandese.
Ci voleva un paziente che spiccica non quattro, ma tre parole di un italiano dal buffo accento anglosassone.
Ci voleva un paziente che mi regalasse questo orologio, che lui stesso produce, per rinfrescarmi la memoria su quanto fosse bella la mia professione.
La mia bandiera.
E la mia patria.
Gli Italiani sono adolescenti.
Come gli adolescenti litigano sempre con i genitori.
Li criticano un giorno sì e l’altro pure, li considerano sorpassati, a volte inutili.
Poi ne sentono la mancanza quando non ci sono.
Come gli adolescenti gli Italiani sono abituati a protestare, a lamentarsi.
Non tollerano le regole, pensano che sia meglio trovare scappatoie.
Sono poco o per niente solidali verso il prossimo, a meno che non faccia parte della loro cerchia.
Non hanno idea di cosa sia il bene comune.
Poi si arrabbiano se qualcun altro viola le regole e causa loro problemi.
Come gli adolescenti gli Italiani non amano le autorità e le istituzioni, si dimenticano facilmente il passato e le tradizioni, non vivono coltivandole, anzi spesso ritenendole espressione di una mentalità e di una società che non gli appartiene.
Non vogliono miti, leggende, idoli, se non quelli effimeri di un presente dal quale si fanno spesso illudere.
E se guardano al passato ed ai suoi protagonisti, lo fanno col paraocchi, perchè non vogliono spezzare le loro illusioni.
Come gli adolescenti gli Italiani amano il divertimento, sono emotivi e passionali, si lasciano andare alle emozioni, che di rado sfociano nell’onda lunga del sentimento.
Ecco perchè gli Italiani amano l’Italia ma non il Paese, le loro abitudini ma non l'”essere italiano”, amano la loro Nazionale di calcio ma non i suoi giocatori, nè il loro allenatore, da sempre oggetto di polemiche, critiche, contestazioni.
Ma nel momento decisivo gli Italiani, come gli adolescenti, riscoprono l’orgoglio, il coraggio, la grinta. Collaborano e si uniscono.
Diventano allora (quasi) imbattibili.
Nessuno riponeva fiducia nei ragazzi che stasera giocheranno contro la Germania, me compreso, che prima del campionato dissi: stiamo a guardare e vediamo cosa faranno.
Nessuno ama il loro allenatore, membro di un’elite calcistica ai più avversa e considerato antipatico per via dei suoi poco limpidi trascorsi.
Ma questo allenatore ed i suoi giocatori stanno dimostrando di onorare la maglia, la divisa, la bandiera italiana. E la Patria.
Perchè davanti all’Europa ed al mondo intero non puoi raggirare, truffare, fregare, rubare.
Nessuno è disposto a concedertelo, mica gli altri sono adolescenti.
Devi dimostrare di che pasta sei fatto, se vuoi vincere servono gli occhi della tigre.
Inutile stare a rubare se non hai gli occhi della tigre.
Ed in questo allenatore ed i suoi ragazzi ho visto questi occhi, quelli che gli Italiani tutti devono avere sempre, all’estero e soprattutto in Patria.
Perchè gli altri non ci stanno ad essere presi in giro e nemmeno noi dobbiamo essere lo zimbello altrui, lo siamo già da troppo tempo e per tanti motivi.
Cialtroni, inaffidabili, mafia boys. Così ci chiamano. Anche qui in Inghilterra.
Qualcuno lo fa per scherzo e allora ci ridiamo su anche noi, perchè capiamo che non sanno quello che dicono.
Talvolta no.
Ed allora non importa cosa hanno fatto in passato Conte ed i suoi ragazzi.
Non importa se in futuro andranno all’estero perchè guadagnano di più.
Non importa nulla.
Giocate fino all’ultimo secondo con gli occhi della tigre.
Non importa se perderete, sappiamo contro chi giocate.
Ma non sosterrò nè inciterò mai chi gioca contro di voi, contro di noi. 
E vi sosterrò rivendicando il diritto di pronunciare un incitamento di cui un signore, venti anni fa, ha defraudato tutti gli Italiani, insieme a mille altri sogni e speranze: FORZA ITALIA!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...